Fenicia Medical fa parte di Fenicia Network

  • Home
  • Blog
  • Giornata culturale araba, un evento in equilibrio tra passato e presente
cultura araba

Giornata culturale araba, un evento in equilibrio tra passato e presente

Il prossimo 7 febbraio si terrà a Roma la Giornata Culturale Araba, evento promosso dall’Associazione ItaliArabi e organizzato da Fenicia Events & Communication.

L’evento vuol essere un’occasione per avvicinarsi alla conoscenza della cultura araba e considerare la vicinanza di due culture ricche e affascinanti quali quella occidentale e quella araba, che hanno avuto modo di intrecciarsi in vari momenti storici e in molti ambiti, spesso in modo pacifico e aperto all’integrazione culturale, ponendo le basi per ciò che entrambe adesso rappresentano.

Un incontro con una cultura che in Italia, come in molte altre aree europee, ha migliorato, ampliato e nutrito le nostre conoscenze, soprattutto in periodi storici quali il Medioevo, quando la nostra cultura e le nostre tecniche si sono potute arricchire di nuovi modelli e saperi, che influenzeranno poi molti campi della nostra cultura attuale.

Una cultura, quella araba, a cui oggi purtroppo spesso il mondo occidentale non riconosce l’importanza e il grande valore, considerandola distante e lontana, contrapposta ed anzi addirittura spesso in conflitto, alla quale invece siamo stati e siamo tuttora legati in molti modi.
Per capire quanto due culture che purtroppo oggi sembrano a molti distanti l’una dall’altra siano invece legate in modo molto stretto, basta semplicemente pensare a quanto la cultura araba abbia influito sulla nostra lingua.

Moltissimi dei vocaboli che sono infatti ormai radicati nella nostra lingua italiana debbono i loro natali proprio a parole ed espressioni arabe: non solo termini del lessico matematico, della chimica, dell’astronomia e della geografia, ma anche termini di uso comune (da “materasso” a “tazza”, da “assassino” a “bizzeffe”, dal verbo “ricamare” a “intarsio”, da “tamarro” a “buttero”, da “ragazzo” a “taccuino”, tanto per fare alcuni esempi), strutture (gli articoli, ad esempio, che non erano presenti nel nostro latino) e anche caratterizzazioni del linguaggio parlato.

Senza parlare dell’architettura, della cucina, della musica… Moltissimi infatti gli apporti della cultura araba che sono diventati parte integrante della nostra stessa cultura, arrivando a modificare e integrare usanze, tecniche, toponimie (basti pensare alle tante località siciliane i cui nomi hanno indubbie origini arabe), introducendo addirittura cognomi che da secoli sono comuni nelle nostre regioni, e che ha avuto anche una notevole influenza sulla produzione letteraria di tutta Europa (un esempio su tutti, la raccolta araba Le mille e una notte).

La cultura araba oggi, dalla musica alla gastronomia

Un’influenza che è tuttora particolarmente sentita sia rispetto alla cucina (pensiamo ad esempio alle preparazioni gastronomiche italiane, come ad esempio la granita e il gelato, che oggi trovano consensi in tutto il mondo e che sono tra le collaborazioni più interessanti che la nostra cultura culinaria abbia avuto con quella araba) e alle sapienti proposte con le quali oggi i migliori operatori nel settore della gastronomia araba hanno saputo conquistare anche il palato degli occidentali con preparazioni di una tradizione antichissima, variegata e gustosa, vicina sia alla cucina mediterranea sia a quella indiana, dal khubz, il tipico pane arabo, ai falafel, dal shawarma di agnello alla matbucha, la tipica peperonata marocchina, dalle salse come l’hummus alla grande varietà di prodotti di pasticceria.

ahmed fathi

Il musicista Ahmed Fathi terrà un concerto a conclusione della Giornata Culturale Araba.

 

Un confronto, quello tra la cultura araba e quella occidentale, che verrà affrontato il 7 febbraio prossimo a Roma con un evento dedicato, La Giornata Culturale Araba, che vuol chiudersi proprio con un intervento che pone l’attenzione sul grande patrimonio culturale arabo del passato ed anche del presente, e nello specifico quello che riguarda l’ambito musicale.

A conclusione della giornata, infatti, verrà proposto un concerto del maestro Ahmed Fathi, cantante e musicista yemenita, noto per la sua creatività e per la sua abilità nel suonare l’oud, antico strumento a corde da cui deriva il liuto.
Una carriera che lo ha visto emergere fin da giovanissimo e che lo ha portato ad essere oggi considerato da molti uno dei migliori interpreti di oud al mondo.

Entrato a far parte dell’Istituto Superiore di Musica Araba al Cairo negli anni Settanta, Ahmed Fathi ha ricevuto un gran numero di premi internazionali e viene chiamato a partecipare ai maggiori festival ed eventi musicali in tutto il mondo.
Tra i più apprezzati e conosciuti interpreti della musica araba, dal 2001 Ahmed Fathi è referente culturale presso l’ambasciata yemenita in Egitto ed ha il merito di aver contribuito e di contribuire tuttora a promuovere la musica araba, sia classica che moderna, in tutto il mondo.

Ulteriori informazioni sul programma della Giornata Culturale araba e su come partecipare sono disponibili alla pagina dedicata.

Web Crew

Pirati del web con velleità comunicative. Tecnici quanto basta per riuscire a spurgare un database, letterati quanto basta per convincere la gente a farci sproloquiare su siti seri, tipo questo.
Demo

Fenicia Eventi

Congressi

I prossimi congressi organizzati da Fenicia

Dove siamo

  • Sede legale
    Via Tor De’ Conti, 22 00184 Roma

Contatti

Tel. 06.87671411 – Fax 06.62278787
Fenicia Whatsapp +39 342 8211587
E-mail: info@fenicia-events.eu