Fenicia Medical fa parte di Fenicia Network

  • Home
  • Blog
  • I doveri dei provider di corsi ECM

I doveri dei provider di corsi ECM

L’Educazione Continua in Medicina (ECM) è l’attività educativa che fin dal 2002 è stata introdotta in Italia per mantenere, sviluppare e incrementare le conoscenze, le competenze e le performance degli operatori della sanità e che può essere svolta soltanto da provider, ovvero organizzazioni che abbiano i requisiti necessari per poter produrre adeguati processi didattici/formativi ECM.

Per un operatore della sanità, partecipare a un’iniziativa accreditata per la ECM significa poter acquisire dei crediti che attestino il suo impegno nell’attività formativa e che vengono attribuiti in base a riferimenti comuni che considerano diverse tipologie di attività ECM.

Per chi si occupa di organizzazione congressuale, ottenere l’accreditamento come provider ECM, ovvero essere riconosciuto come parte autorizzata ad attribuire crediti alle attività didattico/formative da essi stessi svolte, significa impegnarsi in eventi che potranno avere molta più possibilità di successo (gli operatori sanitari sono infatti obbligati per legge alla Formazione Continua in Medicina), ma anche dover assolvere a diversi e impegnativi obblighi.

Fenicia Events predispone l’accreditamento dei corsi ECM per altri provider. Per ulteriori informazioni potete visionare i nostri congressi che prevedono accreditamento ECM e la pagina relativa ai corsi FAD (Formazione a Distanza).

Il ruolo del provider: da organizzatore a garante

I provider ECM sono enti pubblici o privati (università, CNR, fondazioni scientifiche, associazioni professionali o società e agenzie private, purché abbiano una struttura con un’organizzazione stabile) accreditati dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua oppure dalle Regioni o Provincie autonome a cui spetta l’onere della formazione.

Il provider, quindi, è il responsabile scientifico dell’evento/programma ECM e pertanto deve assolvere a diversi obblighi seguendo precise indicazioni.
Tra le attività che dovrà svolgere un provider per realizzare un evento ECM:

  • scegliere e nominare il corpo docenti;
  • ricercare gli sponsor;
  • occuparsi dell’accreditamento, e dunque valutare con strumenti obiettivi (firma di frequenza, verifiche elettroniche, schede di valutazione dell’apprendimento…) l’effettiva partecipazione all’evento nonché l’apprendimento individuale e certificarne l’effettiva partecipazione e apprendimento.

Organizzare ad esempio un congresso ECM come provider implica doversi occupare dei classici aspetti riguardanti l’organizzazione di un qualsiasi altro tipo di evento, ma anche occuparsi della segreteria organizzativa e di tutta la logistica che implica un evento di questo tipo, compresi tutti i servizi coinvolti (ad esempio l’eventuale servizio di catering e la stampa del programma scientifico), a partire dalla scelta della location alla definizione del programma e alla scelta del corpo docente e poi, molto impegnative, di tutte quelle fasi che precedono e seguono un evento ECM e che hanno lo scopo di valutare l’effettivo apprendimento dell’attività didattica/formativa.

Nella fase pre evento, infatti il provider dovrà fare da intermediario tra il relatore, che propone quattro domande sulla sua relazione fornendo anche la risposta corretta, e il comitato scientifico che valuterà l’esito del test obbligatorio per il rilascio dei crediti ECM. Dovrà inoltre raccogliere le pre iscrizioni e, in sede congressuale, le iscrizioni, considerando gli esuberi.

Durante l’evento, il provider dovrà predisporre strumenti per le firme di ingresso e di uscita, controllare la giusta compilazione dei test, valutare chi può e non può ottenere l’assegnazione dei crediti e assicurarsi che sia l’aspetto logistico che quello scientifico corrispondano a quanto preventivato.

Nella fase post evento, dovrà occuparsi della correzione dei test (che possono essere proposti in diverse tipologie, spesso con risposta a scelta multipla), certificare lo svolgimento del programma formativo come da registrazione e quindi fornire ai partecipanti l’attestazione con relativi crediti ECM.

Inoltre, il provider è tenuto a comunicare entro tre mesi all’Age.na.s i nominativi dei partecipanti, nonché tenere tutta la documentazione dell’evento a disposizione per accertamenti per cinque anni e rendicontare a fine anno tutto l’aspetto organizzativo, economico e finanziario delle attività svolte.

L’Age.na.s.: l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali

L’obbligo di Formazione Continua in Medicina è stato introdotto dal Ministero della Salute nel 2002 e dal primo gennaio del 2008 la gestione, la verifica e il monitoraggio del buon funzionamento degli eventi ECM sono stati delegati all’Age.na.s., l’Agenzia Nazionale per i Servizi Sanitari Regionali.

Si tratta di un ente pubblico non economico istituito nel 1993 che svolge funzioni di supporto al Ministero della Salute e alle Regioni per quanto riguarda il Servizio Sanitario Nazionale, al quale sono state affidate anche la gestione amministrativa del Programma Nazionale ECM – Educazione Continua in Medicina e il supporto alla Commissione Nazionale per la Formazione Continua.

In questo senso, l’Age.na.s ha emanato anche delle linee guida per quanto riguarda i criteri di accreditamento come provider di quei soggetti pubblici e privati che intendono organizzare programmi ed eventi educativi per l’Educazione Continua in Medicina dei professionisti italiani della sanità e tutte le indicazioni relative a ciò che un provider accreditato deve garantire.

Web Crew

Pirati del web con velleità comunicative. Tecnici quanto basta per riuscire a spurgare un database, letterati quanto basta per convincere la gente a farci sproloquiare su siti seri, tipo questo.
Demo

Fenicia Eventi

Congressi

I prossimi congressi organizzati da Fenicia

Dove siamo

  • Sede legale
    Via Tor De’ Conti, 22 00184 Roma

Contatti

Tel. 06.87671411 – Fax 06.62278787
Fenicia Whatsapp +39 342 8211587
E-mail: info@fenicia-events.eu