Fenicia Medical fa parte di Fenicia Network

  • Home
  • Blog
  • #EventMarkerting, aumentare il successo del proprio evento con i social media

#EventMarkerting, aumentare il successo del proprio evento con i social media

L’avvento dei social media ha reso imprescindibile spostare il settore dell’organizzazione di eventi nel mondo del web.

Il successo di un evento, la cui regia abbini le tradizionali dinamiche offline a quelle online, è garantito se si seguono dei passi che sviluppino le tre fasi cruciali del lavoro: il pre, l’evento stesso e il post.
Una volta stabilito quali social media utilizzare per la promozione del proprio evento e aver intercettato il pubblico partecipante e potenziale bisogna agire, con tanto di strategia e pianificazione di contenuti che coinvolgano le tre fasi sopraccitate.

Pre evento
Individua l’hashtag
Indipendentemente dalla portata del tuo evento è necessario identificarlo con uno strumento ben noto nel mondo dei social media: l’hashtag. Quante volte avrai visto, su Facebook, Twitter, Linkedin, per citare i social media più popolari, parole sottolineate e precedute da un cancelletto, #? Queste sono conosciute nel linguaggio “social” come hashtag, ovvero la parola chiave che permette al tuo messaggio, al tuo scopo, di diffondersi nella rete e intercettare potenziali followers, che nel mondo aziendale si traducono in clienti. Nel caso degli eventi però l’hashtag svolge un’ulteriore funzione, ovvero quella di isolare le informazioni relative al tuo “prodotto”, a permettere di ricostruirne la storia e ad analizzare il successo di quel determinato evento.
Un hashtag efficace deve essere breve, facile da scrivere e unico. L’ideale sarebbe riproporre il nome dell’evento o, se troppo lungo, una sua abbreviazione.

Distribuire il tipo di contenuto per ogni social media
Una volta stabilito quale social media utilizzare è bene differenziare il tipo di contenuto da diffondere a seconda della piattaforma su sui verrà proposto.

Facebook:Il social media di Zuckerberg rimane la piattaforma più adatta alla promozione di eventi, vista anche la mole di utenti che la utilizza; nel mondo sono circa 1,65 gli iscritti a Facebook.
Attraverso Facebook si può creare l’evento di interesse, invitare i partecipanti e iniziare a distribuire contenuti e anticipazioni intorno all’evento, oltre a dare informazioni di servizio.
Si possono inserire dei video di presentazione dei relatori, riproporre edizioni passate se si tratta di un evento ciclico. Fondamentale però, al di là del tipo di contenuto che viene proposto, è stimolare la partecipazione attiva degli utenti attraverso la condivisione dei contenuti e il rimbalzo sulle loro bacheche.

Twitter:
Si tratta di uno strumento più immediato e schematico dove, più che alla cura del contenuto, ci si focalizza sull’informazione. È utile, prima dell’evento, a dare delle informazioni logistiche rimandando sempre al link del sito dove è possibile, per esempio, iscriversi all’evento e a costruire degli slogan intorno a questo.
Modern business concept

Campagna social media dell’evento
Sia Facebook che Twitter possono rivelarsi strumenti adatti a creare delle vere e proprie campagne di “acquisizione partecipanti” all’evento attraverso, per esempio, l’offerta di promozioni. Un buon metodo per aumentare la propria rete di clienti potrebbe essere quello di regalare un tot di biglietti omaggio a coloro che condividono per primi o in maniera originale informazioni o slogan dell’evento sui social media utilizzando l’apposito hashtag. Questa strategia aumenterebbe il numero di persone interessate all’evento e, soprattutto, darebbe una forte risonanza al brand dell’azienda promotrice.

Evento
Per portare avanti una promozione strategica ed efficace è fondamentale che l’interazione prosegua durante l’evento stesso sia da parte dell’azienda che degli utenti. Un metodo potrebbe essere quello di individuare, attraverso frasi e immagini, punti salienti della o delle giornate interessate.
Twitter si rileva un ottimo strumento per questa esigenza, vista la sua velocità, essenzialità e caratteristica simile a quella di un’agenzia stampa. In questo caso l’utilizzo dell’hashtag si rivela ancora più importante.
Per motivare i partecipanti a interagire sui social media durante l’evento si possono realizzare delle campagne che, ad esempio, premino il miglior tweet o la foto più originale dell’evento con dei gadget o delle cene omaggio.
Un altro metodo efficace ai fini della promozione dell’evento si può realizzare grazie a degli strumenti di aggregazione all’interno di una bacheca di contenuti, come dubbi o domande, che si possono trovare attraverso, per esempio, una ricerca tramite hashtag e di proiezione simultanea di questi su uno schermo. Questa attività può essere utile per alimentare e snellire i dibattiti senza bisogno del solito microfono che gira per tutta la sala.

Post evento
Storytelling e analisi

Gli strumenti di aggregazione si rivelano utili anche a costruire una storia dopo l’evento. Lo storytelling di un’azienda, oltre a fungere da promozione per il proprio brand e per i propri servizi serve anche ad analizzare i risultati raggiunti.
Quanta e quale risposta ha avuto l’evento in termini di promozione e realizzazione vera e propria? La strategia online ha funzionato? Potrebbe migliorare? Queste sono tutte domande la cui risposta può essere senz’altro semplificata attraverso un’analisi post evento, resa possibile grazie all’aggregazione e alla conseguente raccolta dei contenuti di cui tanto si è parlato nei paragrafi precedenti.

Tags: , , , ,

Demo

Fenicia Eventi

Congressi

I prossimi congressi organizzati da Fenicia

Dove siamo

  • Sede legale
    Via Tor De’ Conti, 22 00184 Roma

Contatti

Tel. 06.87671411 – Fax 06.62278787
Fenicia Whatsapp +39 342 8211587
E-mail: info@fenicia-events.eu